Untitled-1.png

Ciao.

Io sono Arianna e vi do il benvenuto nel mio blog. 

2017 | Milestones recap

2017 | Milestones recap

31 Dicembre. Davvero? Pizzicatemi vi prego! 

Il 2017 è stato un anno impegnativo, pieno di alti e bassi, di scelte importanti che non mi sarei mai aspettata di fare. Eppure, mi sembra essere iniziato ieri. È per questo che amo tirare le somme, alla fine di ogni mese, molto più che scrivere buoni propositi. Trovo importantissimo dare un veloce sguardo al passato per rendersi conto del lungo viaggio che abbiamo appena percorso, e poi di nuovo riportare gli occhi al presente e concentrarsi sugli obiettivi futuri.

Il 2017 per me è stato…

… un cambiamento di vita.

A gennaio 2017, tutto questo ancora non esisteva. Niente blog, niente canale YouTube, niente di niente. Ero ancora solo io, senza di voi, nelle mie giornate d'ufficio spartite tra la Corsica e l’Italia, a parlare costantemente di applicazioni e sponsored post. Poi boom, la scelta importante di chiudere un capitolo sicuro per recuperare un po’ della serenità perduta, e di buttarmi nel web con questa mia passione da condividere con voi, video dopo video, articolo dopo articolo, e pian piano abbiamo iniziato a scoprirci a vicenda, a chiacchierare nei commenti e a crescere assieme. Non posso credere di aver finalmente scavalcato la mia paura di stare danti alla videocamera e di aver addirittura deciso di pubblicare tutto sul web, il tutto nel giro di pochi mesi. Mi do una pacca sulla spalla da sola per questo. Mi sembra ieri il giorno in cui ho editato il mio primo video. Ci avrò messo tipo 6 ore e alla fine era bruttissimo e noioso (ahah), ma l’ho pubblicato lo stesso dicendo “Tanto non sarà mai perfetto. O la va o la spacca”. Pubblica! E avevo ragione. Non era perfetto, ma così come non lo sono i video che pubblico ora, ma sono migliorati tanto e continueranno a migliorare ogni volta, così come migliorerò io.

… tanti nuovi viaggi.

Ho sempre amato viaggiare, ma da quando avevo iniziato a lavorare in azienda non ci avevo dedicato più molto tempo. Lavorando lontano da casa cercavo, spesso e volentieri, di salvare i giorni di festa per tornare a casa per le vacanze. Dopo essermi licenziata ho deciso, un po’ inconsciamente, di viziarmi con qualche viaggio che desideravo fare da tempo. Forse viaggiare quando non si ha più un lavoro fisso, e quindi uno stipendio, non è proprio la cosa più intelligente del mondo, ma al diavolo. Una volta trovato un altro lavoro non avrei avuto più così tanto tempo da dedicare alla scoperta del mondo e quindi via, biglietti aerei low cost, notti sul divano sgangherato di un amico a Berlino o sul pavimento a Lisbona, pochi souvenir inutili e molti molti chilometri a piedi. Così, ho scoperto Vienna, o ritrovato Barcellona e Berlino, ho volato in Portogallo, ho salutato Milano e la Toscana, e ora sono qua in Tasmania, non tanto ad un costo low cost ma per fortuna questa volta ho il sostegno dei genitori e della loro luna di miele per i 30 anni di matrimonio. Bless them!

… un nuovo stile di vita.

Dopo l’ennesimo trasloco, quest’anno ho finalmente deciso di mettere pian piano in pratica i concetti del minimalismo, per vivere una vita meno intrappolata da mille cose inutili e superflue. Ho donato/venduto gran parte del mio guardaroba, ridotto al minimo (più o meno) i prodotti beauty e ho imparato a viaggiare leggera. Così facendo ho scoperto tante nuove cose, come ad esempio il movimento zero waste, perfetto sia per l’ambiente che per le finanze. Tanti modi per recuperare, reinventare e riutilizzare le cose che si trovano in casa o dimenticate in cantina. Io ho già almeno una ventina di vasetti in vetro per le conserve che mi aspettano a casa e che probabilmente userò per creare qualche candela di soia. Da un piccolo cambiamento apportato, ho imparato tantissime cose utili che non vedo l’ora di poter condividere con voi e portare assieme a me nel mio percorso.

Voglio concludere questo mese e questo anno con un ringraziamento speciale ad alcune persone della mia vita che mi sostengono quotidianamente. Ringrazio i miei genitori per aver accettato di aiutarmi in questo periodo di transizione e aver capito che avevo bisogno di cambiare vita. Senza di loro non avrei potuto fare tutto questo e tanto altro. Ringrazio mia cugina, e mia migliore amica, Irene che mi scrive sempre per prima perché sa che io sono una frana con i rapporti umani, e che mi aiuta sempre a sciogliere i nodi dei miei pensieri. Infine, ringrazio Tannaw, per questo meraviglioso anno assieme; mai avrei pensato di riuscire a trovare una persona così umile e forte al tempo stesso, è la mia fonte d’ispirazione più grande. Ovviamente grazie anche a tutti voi per tenermi compagnia in questo viaggio. Buon anno!

A13362DD-38B8-43EC-8E69-71C91F63F32D.JPG

Il mio buon proposito per il 2018 è : “Essere una persona migliore di quella che ero ieri”

Viaggiare in Australia. 3 settimane per scoprire la Tasmania, Melbourne e Sydney.

Viaggiare in Australia. 3 settimane per scoprire la Tasmania, Melbourne e Sydney.

Come prepararsi fisicamente e mentalmente al Natale | Pamper routine per il 24 mattina

Come prepararsi fisicamente e mentalmente al Natale | Pamper routine per il 24 mattina