Untitled-1.png

Ciao.

Io sono Arianna e vi do il benvenuto nel mio blog. 

Minimalismo starter kit | Consigli base

Minimalismo starter kit | Consigli base

Oggi affrontiamo uno degli argomenti più clue del momento, nonché la mia personale battaglia quotidiana; Il minimalismo.

Negli ultimi 8 anni ho cambiato 6 case e 3 città, affrontando più traslochi di quelli che il mio corpo e la mia mente possano sopportare. Per molto tempo ho vissuto in appartamento con amiche dell'università e colleghe, e nonostante il mio spazio personale fosse limitato alla mia singola camera da letto, sono riuscita ad accumulare molta più roba di quella che un 4X4 e due carichi di macchina potessero trasportare (ATTENZIONE: Letto e mobili esclusi). All'ennesimo trasloco ho detto: BASTA! Alla sola idea di trascinarmi dietro scatole e scatole di roba su per le strade della Corsica, nella mia piccola e vecchia Seicento, mi venivano i crampi allo stomaco.

FASE 1 - DECLUTTERING

Mi sono piazzata davanti al mio armadio e con tanto coraggio ho iniziato a selezionare gli indumenti che indossavo quotidianamente (Spoiler, il 15% del totale). Una volta trovati i capi base del mio guardaroba ho cercato quelli con un valore sentimentale, e mi sono chiesta le seguenti domande:

- Posso ancora indossarlo? (Mi sta?)

- Quando l'ho indossato l'ultima volta?

- Con cosa posso abbinarlo?

Così facendo ho selezionato i pezzi che potevo correntemente indossare e che potessi abbinare facilmente con i miei capi basic. Quelli rimasti fuori dalla lista entrarono o nella pila dei capi da donare (se in buone condizioni), da vendere o nei capi "forse".

I capi "forse" sono quei capi che sebbene non rientrino più nel nostro ciclo di abbigliamento, facciamo fatica a lasciare andare. Qui ci diamo una possibilità! Un mese per poter rimettere in circolo nella nostra routine quel capo. Se dopo un mese non avesse abbandonato la sua gruccia allora sarà giunto il momento di trovargli una nuova casa.

IMG_2353_Fotor.jpg

Essere minimalisti, non vuol necessariamente dire vivere con poco. Non dovete rinunciare a comprare quel vestito rosa shocking per la vostra festa di compleanno, se questo è quello che volete. Minimalismo vuol dire (almeno per me) non creare legami sentimentali con qualcosa di materiale, e di cui perciò potremmo fare a meno. Ovvero, vendere il vestito rosa shocking, se dopo la festa non prevedete di farne altro uso.

Ormai vi sono moltissimi gruppi, app e siti che si basano proprio su vendita ed acquisto di abbigliamento o oggettistica di seconda mano. Chissà, magari il prossimo outfit lo troverete proprio li :)

- Depop - Bakeca - Rebelle

FASE 2 - ACQUISTARE SAGGIAMENTE

Siamo in un era più che mai consumistica in cui fare shopping è rientrato in classifica come attività sportiva amatoriale. Compriamo costantemente cose, una dopo l'altra, che intasano le nostre case ma anche le nostre menti. Quante volte perdiamo tempo davanti all'armadio per decidere cosa indossare, o a pulire la polvere sul comodino accumulatasi tra crema per le mani, burro cacao, libri, ferma capelli, riviste, ecc? E poi se ci pensiamo bene, quand'è l'ultima volta che abbiamo utilizzato quelle cose? Eppure sono li, sul nostro comodino.

Dopo il decluttering, arrivano gli acquisti saggi. Ti serve veramente quel rossetto? Quante volte indosserai quelle scarpe? Hai veramente bisogno di un altro costume da bagno?

I consigli che posso darvi in questa fase sono:

- Puntate al basic. Non vi sto dicendo di vestirvi di nero tutti i giorni, ma di puntare su capi basici, che possano durarvi al di là di una moda o di una stagione. 

- Pensate alle occasioni. Cercate di acquistare principalmente capi che potete utilizzare più volte e in più di una occasione. Non siamo Paris Hilton o Chiara Ferragni. A noi non dirà niente nessuno se ci presentiamo a due matrimoni con lo stesso vestito, basta dargli un tocco diverso cambiando scarpe, borsetta e pettinatura. Più basic sarà il vestito più facile sarà trasformarlo.

- Comprate per sostituire. Avete voglia di un nuovo paio di jeans? Chiedetevi se potete sostituirli con un paio che avete già e che non mettete più così frequentemente. 

- Tenete una lista di desideri. Invece di acquistare direttamente quel nuovo vestitino di Zara che vi piace tanto, salvatelo su di una lista preferiti o su Pinterest. Dopo qualche settimana tornate a vedere la vostra lista per vedere se quel vestito vi fa ancora battere il cuore. Si? Beh non si può fermare il vero amore.

FASE 3 - USA E RIUSA 

Quante volte dopo 2 allenamenti in palestra ho piazzato un ordine per nuovi set sportivi, scarpe da ginnastica, accessori vari, ecc. Per poi alla fine "dimenticarmi" di rinnovare l'abbonamento. Quante volte ho iniziato ad incuriosirmi per qualcosa di nuovo (lettering, bullet journal, fotografia, ecc) per poi rimandare il mio processo di apprendimento ad un futuro meno impegnato. INFINITE!

Per andare in palestra non abbiamo bisogno di nuovo abbigliamento, così come per iniziare a fare foto non abbiamo bisogno di luci, cavalletti, ecc. Prima d'investire su nuova attrezzatura dimostrate di essere fedeli ai vostri propositi, ed utilizzate l'acquisto di nuovi componenti come premio per il raggiungimento dei vostri obiettivi. In più con la pratica sul campo potrete fare scelte più accurate ed evitare di investire su prodotti sbagliati.

L'ultimo consiglio è quello di fare un po' di progetti fai da te, e di riproporre alcuni oggetti ad altro utilizzo. Una bomboletta spray e un tappeto adesivo posso cambiare un vecchio tavolino in un nuovo componente d'arredo Instagram approved. Io ho ritrovato in cantina dei vecchi barattoli da conserva che ho riproposto come contenitore per cereali, bicchieri e vasi. Il più delle volte quello di cui hai bisogno è a un passo dal tuo naso.

4 idee per una colazione estiva

4 idee per una colazione estiva

Jackfruit Bun | Il pollo non pollo

Jackfruit Bun | Il pollo non pollo